aCasaMai | Recensioni, Portogallo

Évora: ecco cosa vedere in Portogallo!

Se ti stai domandando cosa vedere in Portogallo, spero di convincerti a inserire Évora in una delle tue tappe! Questa cittadina è una delle migliori mete turistiche del Paese ed emana il fascino portoghese oltre a vantare un’ampia gamma di monumenti storici!

Si tratta di una delle mete più scontate da visitare – forse – se ci si trova a Lisbona, ma non per questo Évora è una città da sottovalutare. Anzi, posso dire quasi con certezza che per me è un luogo da mettere assolutamente nel proprio itinerario se si vuole visitare il Portogallo.

Cittadina nel cuore dell’Alentejo, offre testimonianze storiche e stradine pittoresche ai suoi abitanti e ai turisti. Ma perché è davvero una meta da non perdere? Per il patrimonio architettonico e culturale che racchiude, ma anche per l’atmosfera rilassata ed accogliente che offre.


La strada che la collega via terra (sia dalla vicina Spagna, che dalla costa portoghese) è colma di uliveti baciati dal sole, centri fortificati e villaggi caratteristici: non a caso anche i re del Portogallo nel XV secolo la scelsero come località ideale per la propria residenza.

 

Évora in Portogallo: cosa vedere.

Évora Diventa Patrimonio mondiale dell’Unesco nel 1986, grazie alla presenza di numerose testimonianze architettoniche negli stili più vari. Seconda solo alla capitale per la quantità di monumenti nazionali, è caratterizzata da un centro storico protetto da cinte murarie che proteggono le sue opere risalenti ad epoche diverse.

Inutile dirlo: Évora ha moltissime attrazioni ma non è un grande centro urbano quindi il modo in assoluto migliore per visitarla è a piedi… preparati a camminare!
Potrai percorrere le pittoresche stradine acciottolate, ammirare le abitazioni imbiancate a calce e decorate con linee color ocra tipiche della regione e, nei ristoranti a conduzione familiare, assapora gli squisiti prodotti locali.
Anche se non è una delle tappe del Cammino di Santiago portoghese, questa città fu in passato un importante centro religioso. Allo stesso tempo diventò un crocevia commerciale sin dall’epoca romana: questo fatto è testimoniato da significativi reperti, forse quelli di conservazione in Portogallo. Un altro elemento da non dimenticare quando si parla di Évora è la cultura dato che questa città è sede di una delle più antiche e prestigiose università del Portogallo, la Universidade do Espiritu Santo, fondata nel 1559 dal cardinale D. Henrique e con circa 10.000 studenti iscritti ai giorni d’oggi.

Il cuore di Évora è la Praca do Giraldo, con i suoi numerosi bar e locali.

Evora-Praça-do-Giraldo

Partendo dalla piazza e dai suoi trionfali portici si possono raggiungere i principali punti di interesse della città:

  • La Sé Catedral (Santa Maria Assunta);
  • Il Tempio e le Terme Romane;
  • La Igreja de Graca;
  • La Igreja de Sao Francisco e la sua Capela dos Ossos.

Mi limiterò a presentare la prima e l’ultima… ossia le due attrazioni che mi hanno affascinato di più in assoluto.
La maestosa cattedrale di Santa Maria Assunta (Sé), è l’emblema della città e l’ennesima testimonianza della presenza romana, ma è anche una delle più grandi chiese del Portogallo! All’interno è possibile vedere la Cappella de Nossa Senhora da Piedade (o Cappella di Esporão) con decorazioni in stile rinascimentale di tutto rispetto.
La Igreja de Sao Francisco ha una architettura che molto beneficia dello stile gotico e manuelino, affascinando i turisti con i suoi altari d’oro e le pareti decorate con gli azulejos tipici del Portogallo. Infine, percorrendo la navata si raggiunge la famosa Capela dos Ossos (eh sì, significa proprio quello che immagini: la Cappella delle ossa). Unica? Sì, perché tutta la cappella è coperta da almeno 5000 ossa umane e teschi e fu costruita da un monaco francescano durante il periodo della rinascita cattolica con l’intento di spingere i fedeli alla riflessione sulla brevità della vita.

 

Cosa visitare in Portogallo vicino ad Évora.

Nei dintorni di Évora ci sono alcune attrazioni che vi consiglio di non perdere:

  • Cromeleque ed il Menir dos Almendres sono due dei monumenti megalitici tra i più importanti d’Europa e si trovano a pochissimi chilometri dalla città;
  • La piccola località di Evoramonte offre un bel castello;
  • Il piccolo centro di Arraiolos è famoso per i suoi tappeti artigianali;
  • Il Lago di Alqueva (bacino artificiale), si trova a pochi passi da Evora e su questo si affacciano paesini come Monsaraz, Mourão, Estrela raggiungibili anche grazie a un percorso in barca o in canoa in queste acque calme e rilassanti.

Allora? Ti ho convinto a visitare Évora e i suoi dintorni? Credo di avere spiegato abbastanza bene cosa vedere in Portogallo, o meglio… in questa zona del Paese. Se hai altre domande, scrivile nei commenti! Sarò felice di rispondere! 😉

08/06/2018

Autore

Alessia Spadaccini Narratrice per hobby e viaggiatrice per passione, adoro letteralmente dare consigli agli altri sui luoghi che ho visitato e sulle persone che ho incontrato. I miei viaggi in 5 step: leggere, parlare, osservare, scattare e raccontare!