aCasaMai | Prima di partire

Cammino di Santiago: da dove si parte?

Cammino di Santiago, da dove si parte?

Quando si organizza il Cammino di Santiago è fondamentale pianificare con cura il luogo di partenza da cui iniziare per poterlo effettuare al meglio.

Va detto che l’importante non è il percorso in sé ma l’esperienza che andrete a vivere, tanto che sentirete spesso frasi come:

El camino empieza en la puerta de tu casa.
Il Cammino inizia dalle porta di casa tua.

Tuttavia per non uscire di casa totalmente disorientati vi conviene leggere questo articolo per chiarirvi tutti i dubbi su tutte le tappe di partenza del Cammino di Santiago.

Come scegliere il luogo di partenza per il Cammino di Santiago?

Il vantaggio che avete è poter scegliere tutto con estrema flessibilità e secondo le vostre possibilità e necessità, anche perché nessuno vi obbliga a completare un intero percorso in una volta sola.

Quindi anche il punto in cui inizierete deriva da una specifica decisione ma in generale i fattori da tenere a mente sono molti:

  1. il tempo a disposizione
  2. il modo in cui arriverete a Santiago (a piedi, in bicicletta o a cavallo)
  3. budget (30€ al giorno di media)
  4. il percorso scelto
  5. la stagione
  6. le proprie capacità fisiche
  7. esigenze particolari, sia di carattere fisico che personale

Inoltre vanno considerati due elementi, spesso sottovalutati, che potrebbero influire sulla vostra scelta:

  • le credenziali: se non le richiedete prima della partenza bisogna sempre verificare la disponibilità nel luogo di arrivo, in ogni caso nelle tappe principali di ogni percorso non avrete mai problemi.
  • gli aeroporti: pianificate con attenzione il luogo di atterraggio più vicino alla città iniziale del vostro Cammino, non avete affatto bisogno di raggiungere la capitale e poi spostarvi in autobus o treno!

Fatte queste premesse una cosa è certa, questa passeggiata vi cambierà la vita e vi arricchirà di aneddoti e di innumerevoli storie, cosa che su aCasaMai adoriamo condividere con i nostri racconti di viaggio.

I percorsi, le tappe e le città da cui inizia il Cammino di Santiago

Prima di tutto chiariamo che non esiste una sola via, ma diversi percorsi che sono diretti alla città di Santiago e non solo in Spagna, intendo proprio in Europa.
Non ci credete? Guardate un po’ questa mappa (e se siete appassionati spulciate anche le altre mappe del mondo che abbiamo preparato!).

Da dove si parte per arrivare a Santiago?

Mappa delle vie per Santiago | Crediti: Gronze.com

E, quindi, presa la decisione di intraprendere il Cammino di Santiago, da dove si parte? Vediamolo in dettaglio per ogni percorso!

Cammino Francese: le tappe di partenza più conosciute

Il Cammino di Santiago più noto, più trafficato e uno dei più lunghi è il cosiddetto Camino Francés (Cammino Francese) la cui partenza avviene tradizionalmente a Saint-Jean-Pied-de-Port, cittadina dei paesi baschi francesi a pochi chilometri dal confine spagnolo.

Dato l’elevato numero di città che attraverserete e la lunghezza del percorso non solo è possibile dividere il tragitto in più parti ma è possibile iniziare in diversi punti. Generalmente oltre a Saint-Jean le varie tappe di inizio sono Roncisvalle, Pamplona, Logroño, Burgos, Leon, Astorga e per finire Sarria da cui percorrerete circa 100km, che rappresenta il minimo per ottenere la Compostela giunti all’arrivo.

La Navarra, regione in cui inizia il Cammino di Santiago nel Cammino Francese

Scorcio della Navarra, parte iniziale del Cammino Francese

Viene chiamato francese perché di fatto collega Santiago con le grandi vie che attraversano la Francia in diverse direzioni, le cui principali si diramano dalla tour St-Jacques a Parigi e da Arles, non lontano da Marsiglia.

Sicuramente il più noto, è quello più battuto dai pellegrini anche per via della disponibilità di servizi e ostelli e la relativa facilità del percorso, a parte le tappe pirenaiche e alcune scalate in Galizia.

Inoltre, offre un affascinante mix fra l’immersione nella natura incontaminata e un vero e proprio Cammino artistico, attraversando l’intera Spagna fra le regioni della Navarra, la Rioja, Castiglia e infine la Galizia incontrando città ricchissime dal punto di vista culturale.
Il tutto su un percorso di circa 800 chilometri (a seconda delle deviazioni che prenderete) in più o meno 25-30 giorni di cammino.

Cammino Portoghese: da dove partire per arrivare a Santiago?

Secondo in termini di popolarità ma non di fascino è il Cammino Portoghese la cui partenza è notoriamente Lisbona, anche se il tratto più frequentato inizia più a nord, da Porto fra i vigneti settentrionali del paese.

La peculiarità di questo percorso è sicuramente la minore organizzazione e la presenza di innumerevoli varianti, fra cui una che parte da Fatima e un’altra da Ponte de Lima quasi 100 km a sud di Lisbona.
Poco più corto del francese (circa 700km da Lisbona), attraversa le città di Santarém, Coimbra , Porto e Pontevedra la cui Chiesa della Madonna Pellegrina protegge i pellegrini prima di entrare nella città galiziana di Tui attraversando il fiume Miño e porta a Santiago costeggiando il mare.

Cammino del nord: città di partenza

Si comincia il Cammino di Santiago nella variante del Camino del norte nella cittadina di Irún sul confine francese sebbene altri luoghi di partenza comuni siano le città più grandi che si trovano sul percorso: Bilbao, San Sebastian, poi Santander e infine Gijón.

In questo caso il tratto (il primo ad essere stato battuto) scorre in parallelo al Cammino Francese, solamente più a nord attraverso i Paesi Baschi, la Cantabria e le Asturie per poi scendere centralmente in Galizia.
Ricco di fascino per i paesaggi duri a strapiombo sul mare è sicuramente impegnativo, reso più accattivante dai continui saliscendi e dalla quasi totale assenza di pianure oltre che ai più bruschi cambiamenti climatici tipici dell’Atlantico.

Ma se vi sentite pronti non saranno gli 850 km a fermarvi e neppure gli albergues meno diffusi, perché la bellezza delle rias vi lascerà senza fiato.

Cammino di Santiago del nord, luogo di partenza

La meravigliosa costa del nord | Foto di Neil Cummings

Ruta de la Plata: ovvero da dove partono i pellegrini solitari

Avete deciso di fare il pellegrinaggio sino a Santiago effettuando il Cammino della Plata? Allora la città di partenza sarà Siviglia.

Cammino di Santiago: luogo di partenza sulla Ruta della Plata

Pietra miliare sulla Ruta de la Plata | Foto di Daniel Sancho

E dirò di più, siete fra i pochi coraggiosi! E non per la durezza, in sé è quasi interamente pianeggiante che lo rende ideale da percorrere in bicicletta, ma piuttosto per la complessiva lunghezza di 1000 km che lo rende il più lungo e il Cammino meno turistico e meno battuto.
Infatti prima di entrare in Galizia ed unirsi agli altri percorsi attraverserete centralmente la Spagna, su per le antichissime strade lastricate romane, con i tori ad osservarvi da lontano, attraverso boschi di querce e la meravigliosa pace e solitudine delle mesetas.
Pochi i centri importanti sul percorso che incontrerete, come le città di Merida, Salamancae Zamora.

Cammino Primitivo: dove iniziare il percorso?

Se avete poco tempo a disposizione ma siete ben disposti a diventare un tutt’uno con la natura, attraversare ruscelli e non temete la minore presenza di ostelli e servizi, oltre alla sensazione di essere l’unico pellegrino nel raggio di decine di chilometri, ecco la soluzione. Il Cammino Primitivo che in circa 350 chilometri permette di fare il Cammino di Santiago partendo da Oviedo e passando per Lugo.

Il cammino primitivo parte da Oviedo fino a Santiago

Abbracciate la natura durante il Cammino Primitivo | Foto di Gramma Photography

Cammino Inglese: le due città da cui partire

Rimanendo solamente in territorio Galiziano la variante perfetta per fare il Cammino è cominciare da La Coruña e raggiungere Santiago in appena 80 km, oppure allungare leggermente iniziando a Ferrol (circa 120 km).

Il nome deve l’origine al fatto che i popoli nordici attraccassero le imbarcazioni in queste zone per effettuare il pellegrinaggio, e da qui Cammino Inglese.

In sintesi si tratta di un percorso adatto a tutti, semplice e particolarmente breve che si snoda fra le terre costiere della Galizia prima di addentrarsi verso la città sacra.

Cammino Finisterre – Muxià: si va da Santiago verso l’Atlantico

L’eccezione di questa routa è la direzione, questa volta infatti non si è diretti verso Santiago, ma proprio da Santiago si parte verso Finisterre o Muxia per vedere concluso il proprio Cammino laddove termina letteralmente la strada, all’altezza della celebre pietra che segna il km 0.

Non è affatto insolito, anzi molto comune, per i pellegrini proseguire sino all’oceano per 2 o 3 tappe e bruciare simbolicamente un proprio abito o abbandonare gli scarponi usato sul Cammino di Santiago.

I pellegrini amano godere della fine del Cammino al tramonto sull’oceano | Foto di Miriam Mezzera

Cammino Aragonese: una variante al francese

Il luogo di partenza del Cammino Aragonese è il passo di Somport e rappresenta una variante al Cammino Francese con cui si ricongiunge nella città di Puente la Reina dopo circa 170 km.

Più difficoltoso e più lungo, è un itinerario meno battuto ma rappresenta il prolungamento ideale del percorso dei pellegrini che arrivano da Arles tramite la via Tolosana o ancora più lontano dalla Liguria.

Arrivare a Santiago attraverso i Cammini minori

E se ancora vi chiedete se potete partire solamente da queste città la risposta è assolutamente no!
La città di Santiago è raggiungibile praticamente da mezza Europa seguendo le miriadi di sentieri medioevali e percorsi più o meno attrezzati.

Volendo rimanere nella sola Spagna, ad esempio, alcuni luoghi di partenza meno popolari per fare il Cammino di Santiago sono:

  • Madrid attraverso il Cammino di Madrid che si congiunge al Francés all’altezza di Sahagun
  • Barcellona percorrendo il Camino Catalán che inizia nei pressi del Santuario di Monserrat
  • Tortosa in Catalogna sul Camino dell’Ebro unendosi al Cammino Francese a Logroñodopo aver attraversato Saragozza
  • Alicante sino a Burgos in quello che prende il nome di Ruta de la lana
  • Valencia con il Camino del Levante

L’elenco potrebbe essere infinito, partendo da Canterbury in Inghilterra, alla miriade di città di partenza in Francia, da Roma o addirittura Brindisi attraverso tutta la Via Francigena e la Via Appia.

Insomma basta solo decidere e iniziare a camminare, giusto?

Ci siamo quasi, allacciamo lo zaino!

Ora sicuramente avete le idee un po’ più chiare su dove si parte per il Cammino di Santiago e magari vi state domandando: “Ok so da dove partire ma … quali sono le tappe del cammino di Santiago?”

Scandagliate come si deve queste informazioni sono certo che avrete bene in mente che tipo di percorso effettuare e da dove partire a seconda delle vostre necessità.
Però, voglio confidarvi una verità.
Da qualsiasi luogo voi vi troviate la partenza del Cammino di Santiago è sempre la libertà. Una leggerezza che avete avuto sempre con voi: guardatevi in basso, quei due piedi e, più in alto, le vostre spalle.
Da dove si parte per arrivare a Santiago se non da voi stessi?

Allora, pellegrini, ultreia e, soprattutto, buen camino!

11/01/2018

Autore

Francesco Trocchia Il medico dice che sono affetto da Wanderlust e che l'unica cura è curiosare in giro per il mondo e scrivere-scrivere-scrivere. Il mio metodo deduttivo prevede: osservare, assaggiare, fotografare e raccontare. Se ancora non l'ho visitato, quanto meno ci ho fantasticato!