aCasaMai | Top 10, Sud Corea

Le Top 10 nella capitale sudcoreana: cosa fare a Seoul (e cosa vedere)!

Stilare una lista di cosa fare a Seoul potrebbe richiedere giorni ed essere tanto lunga da non entrare in pagine e pagine di bloc-notes. Per questo motivo ho provato ad immaginare di avere soltanto pochi giorni a disposizione nella capitale sudcoreana, cosa farei? E cosa vi consiglierei di non perdervi assolutamente?

Qui parliamo di una megalopoli da gustare combinando le sue più disparate interpretazioni per apprezzarne le moltissime e differenti sfumature. In questo calderone metterò caos e pace, colori naturali e neon fosforescenti, modernità e tradizione perché questa è Seoul e, a mio parere, questo è il modo migliore per conoscere la meravigliosa città che è. Bando alle ciance e vediamo cosa fare a Seoul (di davvero memorabile!).

1. Visitate almeno uno dei palazzi imperiali Joseon

Seoul è sede di ben 5 palazzi della dinastia Joseon, visitabili grazie alle opere di restauro e ricostruzione che permettono oggi di godere di alcune bellezze che sarebbero invece andate perdute per sempre per i danni provocati da guerre e incendi. Se proprio non avete modo di vederli tutti vi consiglio di sceglierne almeno uno fra i due principali: Gyeongbokgung e Changdeokgung.

Il padiglione Gyeonghoeru da non perdere quando visitate il palazzo di Gyeongbokgung

Il primo è certamente il più esteso con gli oltre 300 edifici che fanno parte del complesso. Entrate dall’accesso principale, Gwanghwamun, divenuto simbolo storico della città e non perdetevi per nulla al mondo il Geunjeongjeon, la sala del trono, e il Gyeonghoeru, uno splendido padiglione in legno e pietra che affaccia sul lago artificiale.

Dettagli naturali di Changdeokgung | Foto di Fredrik Rubensson

Il secondo, noto come palazzo della prospera virtù, è anche quello che ho preferito di più. È possibile visitare il complesso con una visita guidata che in un’ora e mezza vi farà passeggiare fra gli edifici imperiali e i padiglioni in totale armonia con la natura del Biwon, il giardino segreto.

2. Esplorate il villaggio Bukchon Hanok

Vista sulla grattacieli dal villaggio Bukchon Hanok | Foto di Doug Sun Beams

Se volete respirare un po’ di antichità nella modernissima Seoul, sappiate che è possibile farlo. Nella zona di Bukchon potete passeggiare fra le hanok, costruzioni tradizionali in legno e pietra, che una volta erano dimora dell’aristocrazia imperiale. Oggi, sebbene alcune siano ancora abitate, molte sono state riconvertite in tea house, coffe bar e ristorantini tipici.

3. Fate hiking sul Bukhansan National Park

La vista su Seoul da una delle vette del Bukhansan National Park | Crediti

Perfetto per gli amanti dell’hiking, il Bukhansan National Park vi offre un tuffo nella tranquillità della natura a due passi dalla modernità cittadina. Con l’attrezzatura giusta (quantomeno delle scarpe adatte) gustatevi panorami mozzafiato alla scoperta di una decina di itinerari fra piccoli monasteri, santuari e perfino una fortezza Joseon prima di giungere su una delle cime e sovrastare la città. Ecco qui che vi sarete già sbizzariti sucosa fare a Seoul… ma proseguite! 

4. Girovagate nel mercato di Namdaemun

Dettagli del Namdaemun Market

Uno dei mercati più grandi della Corea del Sud si trova proprio a due passi dal Namdaemun gate. Gettatevi fra la folla e gli odori del cibo di strada nel luogo in cui potete trovare di tutto, dal cibo agli accessori, ai vestiti e ai souvenir. Se cercate qualcosa in particolare procuratevi una mappa con le sezioni del mercato, eviterete di girare a vuoto.

5. Fate un “tuffo” al Noryangjin Fish market

Vista sulle bancarelle | Foto di Jirka Matousek

Una visita al mercato del pesce di Seoul non potete proprio mancarla. Qualsiasi specie marina riusciate ad immaginare potete ben essere sicuri di trovarla nuotare nelle vasche di questo gigantesco mercato. Il momento ideale per visitarlo è la primissima mattina in modo da assistere alle aste del pesce, ma le bancarelle sono aperte tutto il giorno.
Se cercate un posto particolare dove mangiare potreste aver di fronte il pasto più fresco mai assaggiato in vita vostra: immaginate di poter mangiare quel pesce appena comprato nei ristoranti che affollano il mercato per un costo abbordabilissimo. Anzi, perché limitarsi ad immaginare, provatela questa esperienza!

7. Assaggiate il bibimbap

Il Bibimbap | Foto di Kevin Lam

Io sono un patito di cucina coreana, per questo scegliere un solo piatto è stata davvero dura. Dovreste provarli tutti ma il primo pasto per saggiare la cucina locale non può che essere lui: il bibimbap.

Questo consiste in una ciotola di riso ricoperta da verdure miste, talvolta uova e carne, con l’aggiunta di salsa di soia e pasta al peperoncino. Di varianti ne esistono moltissime, io ad esempio adoro il dolsot bibimbap, servito in una ciotola di pietra rovente che rende il riso croccante e appetitoso.

Osservate la ciotola dall’alto e prestate attenzione all’armonia e all’equilibrio dei colori dei diversi ingredienti che lo rendono un piatto esteticamente splendido, i cui richiami al simbolismo orientale sono tantissimi.

8. Fate le ore piccole nella vita notturna di Hongdae e Gangnam

Il divertimento notturno a Seoul è uno dei più entusiasmanti che io abbia mai sperimentato: pur volendo, non potete di certo annoiarvi! E come in ogni megalopoli avete l’imbarazzo della scelta.
In genere sono molto popolari le nottate e i locali di Hongdae, una zona universitaria famosa per la propria scena indie zeppa di locali hipster, bar e musica dal vivo mentre, se preferite i club, sicuramente il delirio e le serate di Gangnam (sì, quella della canzone) non vi deluderanno. Vi chiedete ancora cosa fare a Seoul?

9. Esibitevi al karaoke

Noraebang, il karaoke corano | Crediti

Ci farete l’abitudine. All’inizio sarete titubanti, accamperete scuse e farete di tutto per rifiutare fino a quella sera in cui (succederà, credetemi) concluderete una serata con il noraebang. Di cosa si tratta? Del karaoke coreano in cui prima o poi qualcuno vi trascinerà.
Ma tranquilli, si tratta di piccole e riservate stanze in cui vi esibirete solamente con il vostro gruppo di amici. E, in fondo, sono sicuro che saprete fare meglio di me le cui esibizioni furono tutt’altro che memorabili!

10. Testare l’hangover da soju

Bottiglia di Jinro Soju | Foto di riNux

Concludo con qualcosa che di salutista ha davvero poco ma a costo di diventare impopolare rimango fermo su quanto sto per dire. Una vera esperienza coreana non potrebbe nemmeno considerarsi tale senza brindare continuamente con bicchierini di soju al grido di geonbae (il nostro salute!).
Il soju è un distillato locale e pensate che è il superalcolico più bevuto al mondo. Non faticherete a trovarlo dato che accompagna ogni cena, ogni BBQ tipico coreano, ogni strimpellata al karaoke e la maggior parte dei momenti di socializzazione. È una bevanda davvero economica sebbene possiate arrivare a spendere molto per alcune varietà particolarmente pregiate.
Vi lascio un consiglio molto importante: si tratta di una bevanda tradizionale e se non volete offendere nessuno sappiate che esistono delle regole da seguire che rendono quella del soju una vera e propria cerimonia.

Extra: visite a pochi passi da Seoul

Se il tempo nella capitale a vostra disposizione fosse abbastanza, oltre che pensare a cosa fare a Seoul, potreste anche pensare organizzare una gita fuori porta… eccone 3 di accessibili da Seoul:

  • visitate la celebre DMZ per mettere i piedi in Corea del Nord
  • recatevi a Suwon per visitare la fortezza di Hwaseong
  • il Mud Festival di Boryeong che durante il periodo estivo è un’esperienza incredibilmente divertente!!!
24/08/2017

Autore

Francesco Trocchia Il medico dice che sono affetto da Wanderlust e che l'unica cura è curiosare in giro per il mondo e scrivere-scrivere-scrivere. Il mio metodo deduttivo prevede: osservare, assaggiare, fotografare e raccontare. Se ancora non l'ho visitato, quanto meno ci ho fantasticato!