aCasaMai | Tips, Ungheria

I Ruin Pub di Budapest: la vita notturna alternativa in città

Stai visitando la meravigliosa Budapest? Immagino che sia tutto il giorno che passeggi sulle rive del Danubio o fra le colline di Buda e adesso vorresti goderti un po’ di relax prima di una cena a base di goulash oppure di tuffarti nell’incredibile vita notturna della città. Ecco, allora lascia che ti spieghi perché i Ruin Pub di Budapest devono essere una tappa obbligatoria della capitale ungherese.

Immagina spazi reinventati, passaggi segreti, atmosfere avanguardiste e arte attiva. Pensa a decine di concerti per soddisfare ogni gusto musicale e alla riappropriazione dello spazio comune. Tutto ciò va oltre il semplice gustarsi una birra. Ecco cosa si tratta: un’esperienza che tutti i viaggiatori adoreranno! Un’attrazione imperdibile della nostra meravigliosa Europa!

Che cosa sono i Ruin Pub di Budapest?

Considerati oggi locali a tutti gli effetti, i pub in rovina (che in ungherese vengono chiamati romkocsma) sono nati in maniera non propriamente legale, seguendo un processo che è molto simile a quello dello squatting.

Un particolare del Szimpla Kert, il più famoso Ruin Pub | Foto di Jorge Franganillo

Gruppi di ragazzi iniziarono prima ad occupare palazzi fatiscenti ed abbandonati, ed in seguito a riempire questi luoghi di oggetti e arredamenti di recupero. Non ci volle molto prima che divenissero spazi di aggregazione fra i più popolari della città. Questo accadeva poco meno di una ventina di anni fa, quando da qualcosa di simile ai nostri centri sociali divennero veri e propri locali senza mai smarrire, però, il loro spirito originario.

Al giorno d’oggi i Ruin Pub sono una meta che attrae moltissimi turisti che visitano Budapest tant’è che sono divenuti uno dei simboli del rinnovamento e del nuovo corso che la città ha intrapreso nel decennio recente. Se nell’idea originaria potevano sembrare come occasioni momentanee di aggregazione, adesso rappresentano la punta di diamante della vibrante e alternativa vita notturna della città.
Musica dal vivo, esibizioni artistiche, esposizioni permanenti, cianfrusaglie introvabili e i fantastici drink locali. Per capire bene la direzione che Budapest sta intraprendendo bisogna scoprire questi fantastici luoghi.

Dove si trovano i Ruin Pub?

Sebbene la città sia piena di locali, bar e pub, i Ruin Pub di Budapest sono concentrati particolarmente nelle traverse di Kazinczy utca, il quartiere ebraico dietro la Grande Sinagoga, quindi nel cuore di Pest.

Il motivo è semplice: quello che un tempo era un centro nevralgico della città venne distrutto fisicamente ed umanamente dai fatti della Seconda Guerra Mondiale, cadendo in un progressivo stato di disgrazia e abbandono. Ecco il motivo per cui gli edifici occupati si trovavano in quest’area.

Ecco qualcosa che dovresti chiederti: perché sono così speciali?

L’assoluta bellezza di questi locali è proprio la loro anima, il fatto che siano unici anche fra loro e perfettamente riconoscibili. Ogni Ruin Pub di Budapest si differenzia dall’altro, esiste quello più ricercato, quello più elegante, si va da quello con lo spirito rock all’altro più sull’elettronica.

Ma la reale particolarità che farà piacere ai viaggiatori curiosi come me è l’esplorazione di questi luoghi.
Non sto parlando di mausolei di oggetti vintage e di opere d’arte realizzati da materiali riciclati, si tratta in realtà di veri labirinti in cui curiosare. Spesso, infatti, accade che venga acquisito un palazzo adiacente o semplicemente ristrutturata una nuova ala delle cantine o creato l’ennesimo cortile interno.

Perciò non farti problemi: se vedi una porta, aprila! Ti trovi di fronte delle scale? Percorrile perché potresti accedere ad una splendida terrazza fra i tetti, ad una cantina dove si svolge un DJ set o ad un’esclusivissima stanza che sembra essere rimasta agli anni ’30, con tanto di barman in papillon. Temi di perderti? Tranquillo, praticamente in ogni stanza troneggerà un bancone in cui servono a costi stracciati le più tipiche bevande locali. Siediti, gustati l’atmosfera e la musica, e sorseggia una delle centinaia di varianti della Palinka (la grappa locale) o un bicchiere di Unicum. In fondo a Budapest la notte è giovane e prima o poi ce la farai ad uscire!

I migliori pub in rovina di Budapest

In totale ci sono circa una ventina di locali di questo tipo ed il fatto che siano molto popolari fa si che nuovi vengano creati. Per avere l’elenco completo e non perdervi neppure uno degli eventi che questi locali organizzano potete visitare questo blog.
Ma se volete un mio consiglio, provate a visitare almeno un paio fra quelli che vi segnalo:

  • Szimpla Kert, Kazinczy utca 14.
    Il Ruin Pub di Budapest per antonomasia, il primo, quello storico e uno dei più grandi. Assolutamente da non perdere, anche se è molto turistico.
  • Fogas ház, Akácfa utca 51.
    Oltre il concetto vero e proprio di pub in rovina, è ormai un riferimento culturale della città grazie alle iniziative lì organizzate. È uno dei più popolari e apprezzati dai locali.
  • Instant, Akácfa utca 51.
    Uno dei più apprezzati e famoso per le scatenate nottate, i party della scena underground e concerti live. Ha rischiato recentemente di sparire ma è rinato dalle ceneri unendosi al Fogas Ház, mantenendo tuttavia la sua identità.
  • Anker’t, Paulay Ede utca 33.
    Estremamente minimal e industrial, è riuscito nell’intento di creare una folta comunità fra artisti e creativi appartenenti a molte sub-culture urbane.
27/10/2017

Autore

Francesco Trocchia Il medico dice che sono affetto da Wanderlust e che l'unica cura è curiosare in giro per il mondo e scrivere-scrivere-scrivere. Il mio metodo deduttivo prevede: osservare, assaggiare, fotografare e raccontare. Se ancora non l'ho visitato, quanto meno ci ho fantasticato!