aCasaMai | Tips, On the road, U.S.A.

Stai progettando un tour negli Stati Uniti? Ecco qui un elenco di luoghi da non perdere nella West Coast!

Sei anche tu un viaggiatore (o viaggiatrice) appassionato degli USA che sta programmando un tour negli Stati Uniti? Se non ti vuoi affidare ad un’agenzia, ecco alcuni consigli per te!

 
Organizza il tuo viaggio negli Stati Uniti, in luoghi pittoreschi e territori dal fascino intramontabile, tra città e paesaggi naturali dal fascino senza tempo. Prepara le valigie e parti per il tuo bellissimo tour negli Stati Uniti
In questo articolo ti elenco quelle che sono le mete secondo me imperdibili nella West Coast nord-americana. Anche un altro autore di aCasaMai ha parlato di questa parte degli USA: magari anche il suo articolo ti può interessare…

 

1. San Francisco: il centro culturale, commerciale e finanziario del Nord California!

(foto di @Fabio)

  • In bicicletta da North Beach attraversando il Golden Gate Bridge (in giornate soleggiate, ovviamente): allenatevi un pochino ad affrontare impervie salite, la vista ripaga ogni fatica!
  • Visita al Museo della Beat Generation (una mezz’ora circa), sosta alla City Lights Bookstore  e drink al vicino Pub Vulcano.
  • A passeggio per Little Italy e Chinatown.
  • Con un po’ di fortuna, balene in vista nella baia, mentre si traghetta verso Alcatraz.
  • Cibo tipico: panini di granchi e zuppa di vongole in scodella di pane presso Fisherman’s Wharf; pranzo o cena presso il Ferry Building: vista sull’oceano, cozze divine e birre rosse eccezionali.

 

2. Yosemite Park

(foto di @Fabio)

  • Scendere dall’auto e fare almeno una passeggiata nella parte più suggestiva vicino a Tioga Pass e Mono Lake.
  • Pernottamento consigliato presso il resort Tamarack Lodge, vista lago e canoe, immersione completa nella natura (ricordate di portare nella casetta di legno in cui passerete la notte eventuali cibi e bevande, perchè, come spiegato in reception, “bears are so curious and someone can drive too”).
  • Cenetta deliziosa alla francese presso il ristorante Lakefront, all’interno del resort: da leccarsi i baffi!

 

3. Death Valley
strada nella death valley

(foto di @Fabio)

  • Paesaggi lunari: il tramonto è d’obbligo.
  • Pianificare (mappa alla mano) i point of view a cui fermarsi… altrimenti ce ne sono infiniti!

 

4. Las Vegas

cartellone di Las Vegas

(foto di @Fabio)

  • Arrivando dalla Death Valley, Las Vegas o meglio, come dicono gli americani “Vegas” appare in un’esplosione di luci in lontananza: solo quello spettacolo vale una notte di permanenza.
  • Una dritta, per il check -in negli hotel più grandi: potreste impiegare anche più un’ora… organizzarsi per tempo!
  • Doverosa è almeno una puntata di black jack o Roulette con un buon cocktail in mano.

 

5. Page

  • Considerarsi “ospiti” della riserva Indiana Hopi- Navajo (la piu’ grande degli USA): il rispetto comunità locale va al primo posto.
  • Horseshoe Bend, attrazione naturale per gli “Igers” più motivati, vista mozzafiato.
  • Anteolpe Canyon, da vedere anche se affollato di turisti nei mesi estivi, prenotare per tempo la visita guidata in fuoristrada con i nativi: simpaticissimi e guest oriented nelle fotografie!
  • Non cercate alcolici nella riserva, sono vietati!

 

6. Monument Valley

Monument Valley

  • La terra si fa sempre più rossa e il paesaggio sembra davvero disegnato come nel cartone di Willy e il Coyote (un simpatico esemplare di quest’ultimo potrebbe sbucare all’improvviso in mezzo alla strada). La si visita in auto, a cavallo, in elicottero… e perchè non anche in mongolfiera?
  • I nativi pellerossa vivono in particolar modo di turismo: troverete per strada e all’interno della Monument Valley  tantissimi mercatini con gioielli e piccoli souvenir homemade: acquistare qualcosa è un bel contributo all’ economia locale.

 

7. Grand Canyon

  • Entrare dal South Rim, estremità sud-est del parco (parte più turistica).
  • Macchina fotografica a portata di mano: cervi, daini e cerbiatti  attraversano  senza pensieri la strada in qualsiasi momento della giornata.
  • Cena presso Yippee-Ei-O! Steakhouse (Tusayan), tipico  locale americano  decorato con bandiere sudiste: qui potrete gustare LUI, il vero Hamburger.

 

8. Route 66

  • Da Tusayan proseguire lunga Rt. 64 fino a Williams, entrare sulla 40 e svoltare sulla Route 66, da percorrere fino a Kingman.
  • Sosta per una birra in uno dei fantastici locali storici che si incrociano, vedere una partita di baseball in TV insieme ad americani di mezza età con cappello da cowboy.

 

9. Los Angeles: “love it or hate it”!

LA beach life

(foto di @Fabio)

  • Città immensa, impossibile da girare a piedi ma piena di disponibili autisti Uber (rigorosamente messicani) , che ti recuperano in piena notte in locali dall’ anima R&B di Hollywood.
  • Pranzo al Grand Central Market Downtown: vero melting pot del gusto. Piatto consigliato: Ramen con pesce, ovvero tagliatelle di tipo cinese di furmento, servite con brodo e pesce nel nostro caso.
  • Tramonto a Venice Beach con skater boys sullo sfondo  e per concludere la serata,  cena presso Barney’s Beanery a Santa Monica, locale sulla tappa finale della Route 66.
  • Passeggiata lungo la 3rd Street Promenade, la via dei musicisti: emozione pura e pelle d’oca regalata da bravissimi artisti di strada
  • Santa Monica: si, è proprio come nel telefilm Baywatch, il sogno anni ’90 degli attuali trentenni. Casette di legno sulla spiaggia, bagnini, surfisti e body builders che fanno mostra dei loro pettorali.

 

Take care and enjoy the American Dream. Ecco alcuni miei scatti!

 

12/12/2017

Autore

giulia_inviaggio